lunedì 24 agosto 2015

Una gioia senza spine



Dopo il post sul mare eccovene uno  sulla campagna, non quella vera però . 
La mia campagna è' una riproduzione in scala ridotta e si trova molto,molto in alto.
(Ambiziosetta, lei)
Non c'è molta terra quassù ma è sufficiente per far arrampicare 
le ipomee che crescono a vista d'occhio e i rovi di more thornless, senza spine, ricolmi di fruttini rosso- neri ,lucidi e succosi che  raccolgo a piene mani

Volete! 
Una riduzione in scala la mia campagna ma in cui troverò sempre l'universo delle cose che contano e che parlano direttamente alla mente ed al cuore
"La felicità è raccogliere  more in una fine giornata d'agosto, sapendo che ci possono essere gioie semplici da assaporare e che non necessariamente la stessa deve venire dopo una spina.( Basta piantare more senza spine :-)   :-)   :-)
Un'altro insegnamento datomi dalle mie amate piante.

giovedì 20 agosto 2015

Un po di mare a casa


Il mare sa donare  momenti indescrivibili e sognanti!

Una passeggiata al tramonto nel viottolo tra gli scogli  che costeggia il mare ,quando il cielo è uno spettacolo di colori sfumati e caldi e il sole smorza la sua forza vitale andando dolcemente a nascondersi dietro la linea dell'orizzonte, può diventare un momento di totale bellezza e sognante abbandono.
Momenti da portare per sempre nel cuore e che ci accompagneranno per tutto l'anno nell' attesa di una nuova estate. 
Fa dei bellissimi regali il mare... se solo siamo attenti a ciò che manda  fuori .
 Li deposita così, dolcemente trasportati da un'onda , ai nostri piedi . 
Sarà una conchiglia, un legnetto , la carcassa di un riccio, un vetro colorato , una piccolo ciottolo dalla forma insolita o un fiore nato tra le rocce





che raccolti  dalle nostre mani e portati a casa saranno i testimoni dei  momenti indescrivibili vissuti.durante le nostre vacanze al mare





Ci ricorderanno anche che tutto passa nella vita.... Ma  che tutto può ancora  ritornare!
 Me lo suggerisce  questa  bella conchiglia con le sue volute; guardandola attentamente, mi porta a scrivere :
"Non disperate ,tutte le cose fanno dei giri immensi e poi ritornano"


lunedì 17 agosto 2015

Capperi... che estate!


CAPPERI ... che estate !

E' appena passato ferragosto e già  non vedo l'ora che cali il sipario su quest'estate rovente.

 Ho voglia di riposo ! E le ferie ,anche se sono fatte per riposare dopo il lungo anno lavorativo, penso invece che stressino maggiormente.
Ci vorrebbero le vacanze per riposarsi dalle vacanze


Mai come in quest'anno ,non vedo l'ora di dare il benvenuto al dolce e pacato:  Settembre  





giovedì 13 agosto 2015

Alza gli occhi al cielo


Guardare il cielo è guardare nel profondo, si viene presi da un senso di umiltà perchè si avverte la piccolezza umana.
Alza più spesso gli occhi al cielo, contempla quell'armonia sovrana che ti darà la forza per le cose terrene.





venerdì 7 agosto 2015

pensieri estivi


Fiorire e dar frutti in qualunque terreno si sia piantati- non potrebbe essere questa l'idea?

"Non credo più che si possa migliorare qualcosa nel mondo esterno senza aver prima fatto la nostra parte dentro di noi"

"Bisogna rinunciare a tutto per poter fare in un giorno le migliaia di piccole cose che vanno fatte per gli altri, senza smarrirsi"

Etty Hillesum

domenica 26 luglio 2015

Lavande angustifolie


Piccole lavande angustifolie ...
Erano in vendita a gruppi di tre in una bella confezione di cartoncino rigido . Davvero invitante. Abbozzavano già qualche fiore. Potevo non comprarle?
Il prezzo invitante mi ha fatto cadere le ultime titubanze.

Ho pensato : peccato che non ho  un giardino! Le avrei piantate  tutte in fila realizzando un bel sentiero di lavanda come quello della mia amica Palmira.
  O come in questa adorabile immagine,  presa dal web e che rispecchia esattamente la mia casa dei sogni.
Ma siccome il giardino non c'è , mi accontento di queste tre. (che fa pure rima)
Ed eccole qui, sul mio balcone, in attesa di essere trapiantate.
Ma non sarà un po tardi per le lavande?
Non sarà uno di quegli acquisti  che ti attirano con la confezione e poi la pianta nel giro di qualche giorno muore? Maaaa
Chi vivrà , vedrà!


martedì 21 luglio 2015

gladioli e solanium


 Bianchi ,eretti , austeri , sono fioriti tutti insieme i gladioli piantati nella tarda primavera.
Li immaginavo così, ma sinceramente sono ancor più belli delle mie aspettative.
Illuminano con il loro candore e la loro purezza,  insieme ai mazzolini bianchi del solanium,che hanno preso oramai possesso del traliccio ,con mio enorme piacere, quest'angolo del terrazzo che vede la famiglia riunita intorno al tavolo per le cenette serali.
  Nella lanterna appesa arde la citronella ,per allontanare le zanzare e ...quando tutte le luci sono spente, e intorno si fa sentire  il silenzio, tutto diviene più suggestivo; il bianco risplende facendo concorrenza alla luna e , lentamente, anche la mente diventa bianca scivolando nella dimensione dei sogni dove questo colore ha il predominio assoluto




domenica 19 luglio 2015

Celosia Caracas





Si chiama Celosia Caracas la nuova piantina entrata a far parte della flora del mio terrazzo
E' una pianta tropicale che ama il sole  ed ha dei pennacchi vellutati,di un color cremisi acceso
 L'ho comprata , perchè con questa città ho molte cose in comune. Vedremo se si troverà bene sotto il rovente sole italiano. Intanto con il suo colore ha infuocato il già soleggiato balconcino.

martedì 14 luglio 2015

Due barchette in mezzo al mare

Non riesco proprio a starmene spaparazzata sulla spiaggia a crogiolarmi al sole!
La vedo come un' inutile perdita di tempo. Lo so che il sole e l'acqua marina fanno bene al corpo, ma non mi piace esagerare con il sole.
E anche quando dovrei starmene tranquilla e beata , mi creo sempre, qualcosa da fare.
Tra la sabbia,vicino l'ombrellone, ho trovato : dei legnetti scoloriti dall'acqua e dal sole , un pezzo di tela bruciacchiata , ( sicuramente sarà servita ad accendere un falò  sulla sabbia ,di notte) un filo di refe,(avanzo di qualche canna da pesca) ; e così  mi sono messa all'opera tra lo stupore della mia vicina d'ombrellone che sicuramente mi avrà dato della matta .
Infatti vedendomi intenta a cercare tra la sabbia mi ha chiesto: - ha perso qualcosa signora?
Ed io candidamente :-no, grazie .Sto solo cercando alcuni  pezzi per costruire una barchetta a vela e salpare per altri lidi.

Poi in realtà di barchette ne ho fatte due. Piccole, simpatiche , e sono approdate sul tavolino del salotto di casa mia. Fanno la loro bella figura e mi ricordano ,(a parte il caldo torrido), che è tempo di   partenze e di VACANZE.

BUONE VACANZE A TUTTI 
Divertitevi se potete

sabato 11 luglio 2015

Un'estate da sola


-Quando spunta un nuovo fiore ne ammiro la perfetta bellezza, il colore ed il profumo e mi piacerebbe invitare qualcuno a condividere anche il solo piacere di guardarlo e di parlarne; ma quando scorro la lista dei miei amici per trovare la persona adatta, ancora una volta mi spavento davanti alla solitudine in cui ognuno di noi vive.Possiedo è vero moltissimi amici, ma tra di loro soltanto una ha , più o meno, i miei stessi gusti; ma tutto ha un limite...-

 -E' per me un sollievo scrivere di temi che tanto mi appassionano: evito infatti di parlarne, per non essere considerata un'insopportabile fanatica,e so bene non esistere  seccatura peggiore del ritrovarsi gettati addosso  gli entusiasmi altrui quando tu non ricambi affatto. Ne sono del tutto consapevole e in genere riesco a trattenermi; ma a volte ancora adesso,dopo anni di esercizio nell'arte di tenere la bocca chiusa, qualche frammento sparso delle mie emozioni tende a spuntare fuori, ma poi il freddo sguardo di totale chiusura o di indulgente superiorità che attende ogni esibizione di sentimenti assolutamente incompresi, cui sono ormai avvezza, subito mi riporta coi piedi per terra. Chissà perchè ci sentiamo tanto superiori se ci capita di non capire o non condividere certi pensieri quando, in effetti, quell'incapacità è più segno di una nostra mancanza che di idiozia altrui?-

- E' il genere di visitatore che sei contento di accompagnare a visitare il tuo regno: colui o colei che, amando i giardini possedendone uno proprio in cui vive e che ama, percorrerebbe qualsiasi distanza per vederlo; viene ad apprezzare, confrontare e ammirare e le sue parole di elogio o di critica sono gocce di rugiada per l'assetata anima giardiniera, fin troppo abituata, sotto questo punto di vista,alla siccità -

Questi passi sono tratti dal libro "Un'estate da sola" di Elizabeth Von Arnim
Un libro che sto rileggendo ed ogni volta ho la sensazione che le sue parole sono le mie.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis

Bookmark and Share